All’ABC Digitale si parla di #cittadinanzadigitale

“Diffondere la cultura del digitale tra le cittadine e i cittadini dai 3 ai 90 anni per apprendere, esplorare e giocare” questo è l’obiettivo dell’ABC Digitale che si terrà Bologna.

Il concetto di cittadinanza digitale sarà promosso con laboratori educativi che permettano ai cittadini di tutte le età di cogliere le opportunità offerte dalle tecnologie.

Da chi è organizzato ABC Digitale?

La manifestazione è pensata e condotta dagli operatori di Open Group, in collaborazione con Next Generation Italy, Archivio Videoludico della Cineteca di BolognaIV Production, Anastasis, Rosy Nardone, Raspibo e CoderDojo Bologna.

ABC Digitale è finanziato dalla Fondazione del Monte e ha il patrocinio del Comune di Bologna Iperbole rete Civica.

Quando

15 e 16 maggio 2015

Dove?

Urban Center di Bologna

Com’è strutturato?

L’appuntamento è articolato in due giorni. Le attività in programma il primo giorno sono laboratori per le scuole; la secondo giornata, invece, sarà aperta a tutti i cittadini e dedicata ai videogiochi (laboratori, tour di esperienze con postazioni videogame, esperimenti di robotica e di artigianato digitale). Continua a leggere

Annunci

Culture digitali e arte interattiva #DiCultHer

“Pervasive, dirompenti, performanti: sono le tecnologie che abilitano nuove forme espressive e nuove modalità di fruizione dei beni culturali, stimolando la sperimentazione con linguaggi propri delle arti visive e performative, della comunicazione digitale, del cinema, del web”. www.statigeneralinnovazione.it

CULTURE DIGITALI E ARTE INTERATTIVA. Un brainstorming di DiCultHer

Gli operatori del settore culturale, designer, esperti, studiosi e artisti si incontrano a Siena il 14 Maggio 2015 (ore 11:00-17:30) per discutere e raccogliere esperienze progettuali, proposte e buone pratiche sul tema “Culture digitali e arte interattiva”.

L’evento, organizzato in forma di brainstorming, si terrà presso l’Aula Magna Storica, Palazzo del Rettorato (via Banchi di Sotto 55 – Siena) e sarà coordinano da Patrizia Marti, Università di Siena e Carlo Infante, Urban Experience-Stati Generali dell’Innovazione.

Siete interessati al tema e desiderosi di partecipare al dibattito? Continua a leggere

Che stai organizzando per il Digital Learning Day? #DLDay

Non è necessario essere una scuola, un’organizzazione o un’azienda (e tanto meno risiedere in America) per partecipare da protagonisti il 13 marzo al Digital Learning Day. Impegnarsi per promuovere il miglioramento della scuola è interesse e compito di tutti.

In rete

Uno dei vantaggi dell’essere in rete è la possibilità di condividere idee, risorse, opportunità in una comunità che non si limita al nostro ambiente di lavoro, regione o nazione (siamo cittadini, potenzialmente, del mondo) e di poter “agire” direttamente dal divano della nostra casa.

Se veramente crediamo nell’importanza di un’educazione di qualità per formare cittadini (digitali), il primo obiettivo da raggiungere è la diffusione dell’impiego della tecnologia integrato nella pratica didattica. Non è, solo, questione di strumenti, è necessario muoversi con una visione.

Avere una visione chiara che ci animi, in questo momento storico caratterizzato dal ritmo serrato dei cambiamenti indotti dal progresso tecnologico, non è cosa certamente facile. Per questo è fondamentale ricercare occasioni di confronto che ci diano la possibilità di incontrare altri punti di vista.

Il Digital Learning Day è un’ottima occasione per:

  • socializzare e conoscere buone prassi relative all’impiego delle tecnologie nella scuola (webinarrisorse, tool, lezioni)
  • formare genitori (e tutti i cittadini) all’importanza e alle opportunità di una didattica che integri il digitale,
  • coinvolgere e sostenere la motivazione degli studenti attraverso l’organizzazione di esperienze innovative di apprendimento.

La sfida da accettare, se si vuole innovare, è partecipare in prima persona

On line è disponibile una mappa delle iniziative che si terranno nel mondo in questa giornata.

Tu che hai intenzione di organizzare?

Wearable Technology Show #London #WTS2015

Il racconto è su www.girlgeeklife.com

Buona lettura!

Dichiarazione dei diritti in #Internet. Nuova deadline al 31/03/2015 #BillOfRights

È stato esteso il tempo a disposizione per partecipare alla consultazione pubblica relativa alla DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET. La nuova deadline è stata fissata il 31 marzo 2015.

Come e-partecipare?

Lo spazio digitale in cui è aperto il dibattito ed è possibile partecipare attivamente alla consultazione è CIVICI.

Civici è una piattaforma di Fondazione <ahref a disposizione di cittadini, partiti, organizzazioni e istituzioni per discutere, condividere e organizzare le proposte di una comunità. fonte http://civi.ci/#

Da http://camera.civi.ci è possibile:

  • informasi sulla Dichiarazione,
  • commentare gli articoli e i paragrafi della bozza,
  • inviare contributi liberi riguardanti la Dichiarazione nel suo complesso,
  • avanzare proporre su nuovi articoli o sull’organizzazione e/o suddivisione di quelli presenti.

La Dichiarazione è una proposta di legge?

No. La Dichiarazione è un contributo al pubblico dibattito che potrà, in futuro, orientare la normativa sul tema in ambito nazionale ed internazionale.

Cosa accadrà dopo la consultazione?

I contributi raccolti verranno valutati dalla Commissione di studio che renderà disponibile un documento di sintesi ed, infine, formulerà il testo definitivo della Dichiarazione dei diritti in Internet.